L'approccio alla cura consiste nel considerare i disturbi fisici o psichici anziché semplici sintomi o problemi, anche come linguaggio figurato delle emozioni e, soprattutto, frutto di un istintivo adattamento difensivo dell’organismo rispetto alle sollecitazioni dell’ambiente e ai traumi ricevuti.
Questo adattamento difensivo, per lo più inconscio, nell’immediato serve a salvaguardare l’integrità dell’organismo sottoposto a un evento o a un ambiente stressante; purtroppo, alla lunga, può non risultare funzionale al benessere e alla realizzazione della persona.
Una difesa costantemente ripetuta e mantenuta in modo automatico produce infatti limitazioni e rigidità nelle capacità espressive, negli atteggiamenti fisici e mentali, nelle convinzioni profonde di una persona; può condizionarne, insomma, il benessere in ogni campo, dalla salute fisica ed emotiva alle relazioni, al lavoro, allo studio, al successo.
La cura ottimale consiste quindi nell’individuare quali adattamenti non sono più funzionali al proprio benessere, nel rilasciare le tensioni ad essi collegate e nel rielaborare un nuovo atteggiamento che non necessita di ulteriori difese. Un percorso che interessa sia il corpo che la mente e che si può avvalere di diverse tecniche e strategie, tutte finalizzate al recupero della propria identità originaria.